mercoledì, 28 Settembre 2022
More
    HomeOpereVincent Van GoghSorrow (Il dolore)

    Sorrow (Il dolore)

    L'amante di Van Gogh.

    Sorrow” (Il dolore) è un disegno (matita, penna e inchiostro su carta, cm 44,5 × 27 ) realizzato nel 1882 dal pittore olandese Vincent van Gogh e  conservato presso la Collezione Garman Ryan tenuta presso la New Art Gallery Walsall, in Inghilterra.

    Clasina Maria Hoornik detta Sien, era l’amante di Vincent Van GoghTra il 1882 e il 1883, Sien si trasferì con la giovane figlia a vivere con l’artista in un piccolo appartamento a L’Aia, una città costiera dell’Olanda, dove fece anche da modella. Così lo troviamo in una cinquantina di dipinti e disegni del pittore.

    Alcolista, sola, fumatrice accanita e malata di vaiolo, Van Gogh se ne prede cura; pensa persino di sposarla. Ma le pressioni del fratello Theo e le difficoltà economiche lo porteranno a decidere di lasciarla.

    In questo disegno del 1882, Sien appare nuda. È seduta su una roccia, le braccia incrociate sulle ginocchia e il viso nascosto tra le mani. È chiusa su se stessa, di profilo, non si vede il suo viso, ma si sente il peso dell’età nei suoi seni cadenti e nelle pieghe che le arricciano il ventre. Sta piangendo.

    1882 - Vincent Van Gogh - Sorrow
    1882 – Vincent Van Gogh – Sorrow

    Quest’opera, che è tra le poche che lo stesso Van Gogh ha intitolato, è anche l’unica ad avere un nome astratto: Sorrow, pain, scritto in inglese di sua grafia nell’angolo in basso a destra del disegno.

    Sien diventa l’immagine del dolore cosmico, delle ferite che colpiscono l’intero genere umano. È ancora presente il ricordo degli studi teologici dell’artista e della sua esperienza di convivenza con i minatori di Borinage in Belgio: Vincent Van Gogh affronta questioni universali come il dolore, l’esistenza e la vita, elevandole a un unico soggetto, simbolo di L’umanità. In quest’opera Sien è senza dubbio il simbolo della condizione di dolore.

    Il pittore aveva sempre avuto una certa tendenza a una certa retorica ed era molto naturale per lui trasformare gli abbandonati in eroi.

    Van Gogh inizia una specie di battaglia contro parenti e amici che cercavano di farlo ragionare. Senza soldi, senza lavoro, senza prospettive concrete, portare a casa un’ex prostituta incinta e anche con una famiglia al seguito, sembrava a tutti una vera pazzia.

    Quando Vincent scopre che è tornata alla prostituzione per portare i soldi in casa, la situazione è precipitata, a quel punto i tre erano già allo sfascio. Nell’autunno del 1883 Van Gogh si trasferisce dalla città per sfuggire a una storia d’amore che si era trasformata in una trappola per tutti. La donna aveva colpito profondamente il pittore; Van Gogh stava entrando in un tunnel più oscuro della sua stessa psiche.

    Sien si suicida anni dopo, gettandosi in un canale del fiume Schelde. Successivamente, in un freddo giorno di novembre, il suo corpo verrà gettato in una fossa comune.

    Articolo precedentePaul Cézanne
    Articolo successivoI mangiatori di patate

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,941FansMi piace
    76FollowerSegui
    38FollowerSegui