venerdì, 30 Settembre 2022
More
    HomeOperePablo PicassoRitratto di donna (Olga)

    Ritratto di donna (Olga)

    1923

    Picasso dipinse la sua prima moglie (Olga) in innumerevoli occasioni, e lo fece sperimentando molteplici approcci fino a trovare quello che più si adattava alla sua bellezza: il più classico.

    Optando per uno stile classicista debitore di IngresPicasso qui ci mostra il suo amore Olga Khokhlova. L’aveva conosciuta quando realizzava le scene ei costumi per il balletto di Sergei Diaghilev e nel tempo si era innamorato della bellezza, della forza e della personalità del ballerino. Si sposarono nel 1918, cinque anni prima che questo ritratto fosse dipinto.

    Olga non era una grande fan del cubismo ed era grata di riconoscersi nei ritratti, motivo per cui le piacevano questi dipinti. Inoltre, suo marito non era più quel nano bohémien affamato di Montmartre. Ora era un gigantesco artista multimilionario che tutti lodavano.

    Non dipingeva più a cubetti. Adesso era un vero artista neoclassico.

    Picasso era riconosciuto, infatti, ma si annoiava sempre di più. Del resto, quella della monogamia e del matrimonio non è andata bene. Era inevitabile che la coppia iniziasse a deteriorarsi. Sorsero liti e gelosie, e con esse la pittura di Picasso divenne più avanguardistica, i ritratti di Olga più parodici. Picasso ha intrapreso la sperimentazione più radicale.

    La coppia avrebbe finito per separarsi, ma non hanno mai divorziato. Picasso non voleva dare a Olga metà della sua fortuna.

    La ballerina morirà nel 1955, lasciando come epitaffio una frase che ha ripetuto più volte nella sua vita «Io sono Olga Koklova. Ho sopportato amorevolmente il genio per oltre 12 anni. Legalmente ero la sua prima moglie e, come quasi tutte, mi ha abbandonato. Ho dato alla luce il loro primo figlio, Pablo”.

    Questi ritratti del periodo più classico di Picasso rimangono per i posteri, quel periodo in cui adottò uno stile figurativo naturalistico nella sua pittura e una vita matrimoniale borghese nella sua vita personale. L’artista irrequieto non durerà a lungo nell’uno o nell’altro.

    Articolo precedenteArlecchino allo specchio
    Articolo successivoOlga pensierosa

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,989FansMi piace
    86FollowerSegui
    40FollowerSegui