lunedì, 26 Settembre 2022
More

    Raffaello Sanzio

    1483–1520

    Raffaello Sanzio è stato uno dei più talentuosi (se non il più) artisti italiani dell’Alto Rinascimento.
    Considerato uno dei pilastri del Cinquecento, è anche uno dei geni indiscussi della pittura di tutti i tempi per la perfezione e la grazia delle sue opere.

    Fin da piccolo è stato un bambino prodigio. Ben presto superò tutti i suoi maestri e all’età di 25 anni dipingeva già nella prima divisione: le Stanze Vaticane (dove dipinse affreschi come La Scuola di Atene).

    L’essere pittore all’epoca non era particolarmente prestigioso (gli artisti erano semplici artigiani), ma grazie alle buone maniere di Raffaello i pittori cominciarono a considerarsi persone più elevate. Fu infatti uno dei primi artisti a firmare le sue opere, orgoglioso del suo mestiere e forse pensando ai posteri.

    Raffaello Sanzio
    Raffaello Sanzio

    Era anche molto popolare socialmente. Spesso regalava i suoi disegni per aiutare pittori in difficoltà finanziarie e ne assumeva centinaia per il suo laboratorio, impartendo loro stesso lezioni di pittura. Ma sicuramente quello che ha fatto di più è stato scatenarsi con loro.

    Oltre alla pittura, Rafaello aveva un’altra passione: il sesso. Scapolo confermato (rifiuta le proposte di matrimonio più comode), l’artista ha goduto al massimo della sua libertà. Si dice che le donne dell’epoca lo avessero come un semidio, un vero atleta sessuale.

    Una sera andò a festeggiare e “diventò più disordinato del solito”, tornando a casa con la febbre alta. I medici, come era consuetudine all’epoca, lo salassarono, il che lo indebolì ulteriormente.

    Morì all’età di 37 anni lo stesso giorno in cui nacque, il Venerdì Santo.

    Fatti e Curiosità

    • Il prodigio pittorico di Raffaello – nonostante la sua vita relativamente breve – fu il risultato della sua formazione iniziata quando era solo un bambino. Dall’infanzia trascorsa nella bottega del padre pittore alla vita adulta dirigendo uno dei più grandi laboratori del suo genere, si è guadagnato la reputazione di uno degli artisti più produttivi del suo tempo.
    • Le qualità serene e armoniose dei dipinti di Raffaello erano considerate alcuni dei più alti modelli dell’impeto umanista dell’epoca, che cercava di esplorare l’importanza dell’uomo nel mondo attraverso opere d’arte che enfatizzassero la bellezza suprema.
    • Raffaello non solo padroneggiò le tecniche distintive dell’arte dell’Alto Rinascimento come lo sfumato, la prospettiva, la correttezza anatomica precisa e l’emotività e l’espressione autentiche, ma incorporò anche uno stile individuale noto per la sua chiarezza, colore ricco, composizione senza sforzo e grandezza che era distintamente suo possedere.
    • Sebbene in gran parte noto per i suoi dipinti, molti dei quali possono ancora essere visti nel Palazzo Vaticano dove le Stanze di Raffaello affrescate furono la più grande opera della sua carriera, fu anche architetto, incisore ed esperto disegnatore. In altre parole, un vero “uomo rinascimentale”.
    • L’artista era conosciuto, a differenza di uno dei suoi maggiori rivali quale Michelangelo, come uomo di convivialità, universalmente popolare e congeniale, e grande amante delle dame. La sua facilità sociale e la sua personalità amichevole gli hanno permesso l’accettazione e le opportunità di carriera in vantaggio rispetto ad altri coetanei dell’epoca.

    Opere significative

    Articolo precedenteMichelangelo Buonarroti
    Articolo successivoSandro Botticelli

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,910FansMi piace
    74FollowerSegui
    39FollowerSegui