sabato, 1 Ottobre 2022
More
    HomeOperePreparazione per il funerale - Paul Cézanne

    Preparazione per il funerale – Paul Cézanne

    Quasi una natura morta... davvero morta!

    Cézanne aveva 30 anni quando dipinse questa Preparazione per il funerale. Era il cosiddetto periodo oscuro dell’artista, così chiamato per l’uso di colori molto scuri, ma anche per i suoi temi macabri ( “Lo stupro”, “L’omicidio” o questa pseudo – “Autopsia” sono alcuni esempi dei suoi dipinti in quegli anni).

    Il pittore era estremamente povero e per niente socievole. Un misantropo che frequentava i bar degli impressionisti, ma mentre il carismatico Manet dialogava con l’arguto Degas e l’elegante Monet, Cézanne si sedeva in un angolo accigliato alla scena, ancora in abito da lavoro, dando improvvisamente un colpo sul tavolo urlando qualsiasi imprecazione, e si sarebbe alzato lasciando il bar sbattendo la porta.

    Gli altri alzarono le spalle e continuarono a bere.

    Cézanne, tutto un temperamento…

    La sua arte non fu apprezzata (tanto meno dipinti come questo, del suo periodo oscuro), anche se in seguito sarebbe stata dimostrata la sua importanza capitale per l’arte moderna. Ma mentre viveva, nessuno sembrava vedere che questo era il futuro, tranne alcuni artisti.

    1869 - Paul Cézanne - Preparazione per il funerale - Collezione Privata
    1869 – Paul Cézanne – Preparazione per il funerale – Collezione Privata

    A volte qualcuno gli si avvicinava, cosa rischiosa considerando il sospetto con cui Cézanne trattava gli ammiratori. In un’occasione un giovane pittore espresse la sua ammirazione per lui e Cézanne diede uno dei suoi tipici colpi sul tavolo con il pugno e gridò “Non prendermi in giro, giovanotto”, ma in quel momento se ne accorse e se ne pentì: “Non è vero. prendila male; Come posso credere che tu veda qualcosa di interessante nei miei dipinti se tutti quegli idioti che scrivono sciocchezze su di me non potrebbero mai percepire nulla…?»

    In questa autopsia, il dottore sembra essere un autoritratto (quella barba e quella testa calva…), ma questo è strano, poiché sembra che Cézanne avesse il terrore di toccare o di essere toccato. Rifiutò persino di stringere la mano ad altri artisti.

    Ciò ha raggiunto una situazione surreale quando camminando con un artista su una ripida collina, Cezanne inciampò e quasi cadde dalla collina. Il suo amico gli afferrò la mano per impedirgli di cadere, ma non appena sentì il contatto fisico, lasciò andare la mano disgustato e corse via infuriato, urlando: “Non permetterò a nessuno di toccarmi!!”

    Articolo precedenteI mangiatori di patate
    Articolo successivoMadame Cézanne

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,989FansMi piace
    86FollowerSegui
    40FollowerSegui