mercoledì, 28 Settembre 2022
More
    HomeOpereÉdouard ManetPranzo sull'erba

    Pranzo sull’erba

    1863 La storia del dipinto Le Déjeuner sur L'herbe di Édouard Manet

    Il dipinto Pranzo sull’erba (Le Déjeuner sur l’herbe) mostra una donna nuda che pranza con due uomini completamente vestiti. Il suo corpo è illuminato e guarda direttamente lo spettatore. I due uomini, vestiti da giovani dandy, sembrano impegnati in una conversazione, ignorando la donna. 

    Davanti a loro, gli abiti della donna, un cesto di frutta e una pagnotta rotonda sono disposti come in una natura morta. Sullo sfondo, una donna leggermente vestita si bagna in un ruscello. Molto grande rispetto alle figure in primo piano, sembra fluttuare sopra di esse. 

    Lo sfondo dipinto in modo grezzo manca di profondità, dando allo spettatore l’impressione che la scena non si stia svolgendo all’aperto, ma in uno studio. Questa impressione è rafforzata dall’uso di un’ampia luce “da studio”, che non proietta quasi nessuna ombra. 

    L’uomo a destra indossa un cappello piatto con una nappa; c’è una mancanza di interazione tra i tre personaggi in primo piano e la donna che fa il bagno sullo sfondo. Il dipinto ha molte qualità contrastanti che giustappongono e allontanano il nudo femminile dagli altri due personaggi maschili, come la femmina contro il maschio, il nudo contro il vestito e la tavolozza dei colori chiari rispetto alla tavolozza dei colori scuri, e questo crea una chiara differenza sociale tra uomini e donne.

    La giuria del Salon de Paris ha respinto il “Pranzo sull’erba” di Manet (Le déjeuner sur l’herbe), principalmente perché mostrava una donna nuda con due uomini vestiti a un picnic. 

    Sebbene la giuria del Salon accettasse abitualmente i nudi nei dipinti storici e allegorici, ha condannato Manet per aver collocato un nudo realistico in un ambiente contemporaneo. 

    La moglie di Manet, Suzanne Leenhoff, e la sua modella preferita, Victorine Meurent, hanno posato per la donna nuda, che ha il viso di Meurent ma il corpo di Leenhoff. I due uomini sono il fratello di Manet (Gustave Manet) e suo cognato, Ferdinand Leenhoff.

    Il rifiuto di Manet di conformarsi alle convenzioni e la sua libertà da temi e modalità di rappresentazione tradizionali possono forse essere considerati il ​​punto di partenza per l’Arte Moderna.

    Articolo precedenteÉdouard Manet
    Articolo successivoDiego Velázquez

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,941FansMi piace
    76FollowerSegui
    38FollowerSegui