martedì, 27 Settembre 2022
More
    HomeLe biografiePablo Picasso

    Pablo Picasso

    1881–1973

    Pablo Ruiz Picasso, archetipo “dell’artista”, genio, vitale, un po’ stronzo, diciamolo…, creatore di stili, un mito già in vita (che ha contribuito a forgiare) e senza dubbio uno dei più grandi artisti della storia.
    Ha lasciato il segno in ognuna delle sue molteplici fasi dei suoi periodi blu, rosa o bianco e nero, al cubismo che ha inventato, poi al surrealismo, all’astrazione e per questo incommensurabile talento insieme alla sua enorme produzione siamo davanti al artista più famoso della storia dell’arte.

    Picasso non perde validità perché è stato la figura centrale di tutta l’arte del Novecento, un artista sperimentale ma legato al passato e con un’opera che ammette continuamente nuove letture. Fu forse anche l’artista più influente. L’arte contemporanea è ciò che è grazie (o grazie a) lui.

    Non si può raccontare una vera biografia; Picasso ha impresso la sua vita sulle sue tele e tra lui ed i suoi amici, ovvero l’élite culturale del 20° secolo, che hanno contribuito a crera la sua vita, la sua leggenda. I dettagli biografici sembrano irrilevanti di fronte alla grandiosità della sua opera, seppur crivellata di miti, dallo sbuffo di fumo che diede vita a un artista appena nato al furto della Gioconda nel 1911.

    Non si può parlare di uno stile specifico. La sua libertà stilistica lo faceva passare da uno stile all’altro senza transizioni.Il suo genio era la materia principale della sua arte: in pochi secondi poteva realizzare un capolavoro. Rappresentava il ramo più fisico dell’arte contemporanea, il bisogno di dipingere, di creare in modo materico.

    Era anche una celebrità: fama e successo finanziario, ma anche riconoscimento artistico. E questo ha portato a una lista infinita di amanti, mogli, modelli… Il suo legame tra sesso e arte è evidente.

    Si stima che Picasso sia stato autore di circa 13.500 dipinti e disegni, 100.000 stampe o incisioni, 34.000 illustrazioni per libri e 300 sculture o ceramiche, oltre ad avere il maggior numero di musei con il suo nome (“Musei Picasso“).

    Il principale nemico della creatività è il buon gusto.

    Pablo Picasso

    Fatti e curiosità

    • Fu una confluenza di influenze – da Paul Cézanne e Henri Rousseau, all’arte arcaica e tribale – che incoraggiò Picasso a dare più struttura alle sue figure e alla fine lo mise sulla strada del cubismo, in cui decostruì le convenzioni di prospettiva che avevano dominato pittura fin dal Rinascimento. Queste innovazioni avrebbero conseguenze di vasta portata praticamente per tutta l’arte moderna, rivoluzionando gli atteggiamenti nei confronti della rappresentazione della forma nello spazio.
    • L’immersione di Picasso nel cubismo alla fine lo porta anche all’invenzione del collage, in cui abbandona l’idea del quadro come finestra sugli oggetti del mondo, e inizia a concepirlo semplicemente come una disposizione di segni che utilizzano segni diversi, a volte metaforici significa riferirsi a quegli oggetti. Anche questo si sarebbe rivelato estremamente influente per i decenni a venire.
    • Picasso aveva un atteggiamento eclettico nei confronti dello stile e, sebbene, in qualsiasi momento, il suo lavoro fosse solitamente caratterizzato da un unico approccio dominante, spesso si muoveva in modo intercambiabile tra stili diversi, a volte anche nella stessa opera d’arte.
    • Il suo incontro con il surrealismo, pur non trasformando mai del tutto il suo lavoro, incoraggia non solo le forme morbide e il tenero erotismo dei ritratti della sua amante Marie-Therese Walter, ma anche le immagini fortemente spigolose di Guernica (1937), il più famoso contro la guerra del secolo la pittura.
    • Picasso è sempre stato desideroso di inserirsi nella storia e alcune delle sue opere più grandi, come Les Demoiselles d’Avignon (1907), fanno riferimento a una ricchezza di precedenti passati, anche ribaltandoli. Man mano che maturava, divenne solo più consapevole di assicurare la sua eredità, e il suo ultimo lavoro è caratterizzato da un dialogo franco con antichi maestri come IngresVelazquezGoya e Rembrandt.

    Le opere significative

    Periodo giovanile

    Opere del Periodo Blu

    La Vita

    La Vita

    La vita (titolo originale: La vie) è un dipinto del pittore spagnolo Pablo Picasso, realizzato a Barcellona nel maggio del 1903 e conservato al Museum of Art di Cleveland. Due […]

    Il Cubismo

    Opere Neoclassiche di Pablo Picasso

    Opere Espressioniste

    Articolo precedenteCorisca e il satiro
    Articolo successivoStudio accademico

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,941FansMi piace
    76FollowerSegui
    38FollowerSegui