mercoledì, 28 Settembre 2022
More
    HomeOpereGustav KlimtL’interno del Vecchio Burgtheater

    L’interno del Vecchio Burgtheater

    1889 Un lavoro che divenne il ritratto di una società intera

    Questa fu una commissione importante per l’inizio della carriera di Klimt: il consiglio comunale di Vienna chiese a Klimt e al suo partner Franz Matsch di dipingere immagini del vecchio Burgtheater, il teatro dell’opera della città – costruito nel 1741 e destinato alla demolizione dopo la sua sostituzione nel 1888 – come una registrazione dell’esistenza del teatro. 

    A differenza della controparte di Matsch che mostrerà il palcoscenico del Burgtheater da un posto nell’auditorium, il trattamento di Klimt fa l’esatto opposto: una scelta strana, ma abbastanza significativa dal punto di vista architettonico, poiché mostra l’intera disposizione di logge e auditorium sedili a pavimento insieme alla decorazione del soffitto. 

    È tipico dello stile accademico dei primi lavori di Klimt e dell’influenza su di lui di Hans Makart.

    Quando la notizia di questa commissione è trapelata al pubblico, molte persone supplicarono Klimt di inserire i loro ritratti, anche piccoli, nel quadro attraverso speciali sedute con l’artista, poiché essere immortalato su tela come un assiduo frequentatore del Burgtheater costituiva un emblema tangibile del proprio stato sociale. 

    Di conseguenza, il dipinto serve non solo come una preziosa documentazione dell’architettura del teatro, ma anche essenzialmente come un catalogo delle élite politiche, culturali ed economiche della città – oltre 150 individui in tutto. 

    Tra i membri del pubblico ci sono il Primo Ministro austriaco; il sindaco di Vienna; il chirurgo Theodor Billroth; il compositore Johannes Brahms; e l’amante dell’imperatore, l’attrice Katherina Schratt. 

    Klimt compì tuttavia una clamorosa svista, si dimenticò di inserire il ritratto del politico Karl Lueger, che nel 1897 sarebbe diventato borgomastro di Vienna. La sua assenza dal dipinto L’interno del vecchio Burgtheater, non passò inosservata, tanto che il quadro venne restituito al pittore per farglielo inserire. L’opera venne premiata dall’imperatore nel 1890 durante l’esposizione annuale della principale associazione artistica austriaca, il Kunstlerhaus.

    Sebbene il soggetto sia appropriato per un dipinto di storia, le sue dimensioni (la larghezza, il lato più lungo, misura meno di 37 pollici) sono minuscoli, rendendo la precisione dei singoli ritratti di Klimt ancora più impressionante. 

    I critici dell’epoca furono d’accordo, poiché Klimt ricevette l’ambito Premio dell’Imperatore nel 1890 per questo dipinto, che alzò in modo significativo il suo profilo all’interno della comunità artistica viennese, e presto seguì una raffica di altre importanti commissioni pubbliche per gli edifici sulla Ringstrasse.

    Articolo precedenteGeorges Braque
    Articolo successivoL’età del bronzo

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,941FansMi piace
    76FollowerSegui
    38FollowerSegui