sabato, 1 Ottobre 2022
More
    HomeArt TimelineUmanesimoLeonardo da Vinci

    Leonardo da Vinci

    1452–1519

    Leonardo da Vinci, l’homo universalis, il saggio rinascimentale, l’artista versato in tutti i campi della conoscenza umana.
    Non era solo un artista, era anche un’eminenza nell’aerodinamica, nella cucina, nell’idraulica, nell’anatomia, nella poesia, nella botanica.
    E, naturalmente, per quello che lo conosciamo oggi: per la sua pittura, scultura e architettura. Grazie a ciò fa parte, insieme a Michelangelo e Raffaello, della santa trinità dell’arte rinascimentale.

    Già all’epoca la sua vita era una leggenda, alimentata da scritture criptiche, invenzioni avveniristiche e capolavori della pittura, ma della sua biografia si sanno certe cose:

    Leonardo Da Vinci

    Leonardo nacque nel 1452 nella villa toscana di Vinci, figlio di una contadina e di un notaio, che avrebbe avuto in totale 11 figli (tutti maschi). La sua insaziabile curiosità si manifesta da bambino: disegna già animali mitologici, ibridi tra realtà e fantasia. 1a leggenda: Suo padre entrò in casa e si spaventò quando vide una medusa con dei serpenti in testa. Era un disegno.

    Leonardo perfezionò la pittura, la scultura e altre arti nella bottega del Verrocchio . Non passò molto tempo prima che superasse il suo maestro. Ben presto si interessò a una nuova tecnica che proveniva dai Paesi Bassi: la pittura a olio Con essa innovò nella composizione e nel chiaroscuro.

    Si trasferì di corte in corte: nella Firenze dei Medici, nella Milano di Ludovico Sforza… Non solo artista. Anche come ingegnere militare (l’Italia era in continua guerra tra i suoi tanti mini-stati), urbanista, musicista e liutaio.
    Per anni ha sviluppato incredibili trattati scientifici e dispositivi futuristici: il sottomarino, i missili, le mute da sub, gli elicotteri…

    A 24 anni viene accusato di “sodomia”. Leonardo era omosessuale e, sebbene all’epoca fosse abbastanza comune, sarebbe stato socialmente segnato. Eppure, nel Cinquecento era già uno dei più grandi maestri d’Italia. Arte e scienza erano il suo mondo.

    Non ha lasciato nulla senza sperimentare… Anche l’ospitalità: con Botticelli ha aperto un’osteria dove faceva il cuoco, chiamata L’osteria delle tre rane di Sandro e Leonardo”. A proposito, c’è da dire che l’artista era rigorosamente vegetariano. È arrivato persino a chiamare gli onnivori “mangiatori di cadaveri”. E, tanto per non farsi mancare nulla, rubava anche cadaveri per sezionarli.

    Trascorse i suoi ultimi anni a Roma e infine al castello di Cloux, come “primo pittore, architetto e meccanico del re”. Il suo braccio destro era paralizzato, ma aveva una mano sinistra altrettanto abile. Infatti, è noto che nonostante la sua dislessia, poteva scrivere con una mano avanti e l’altra indietro.

    Il genio non smetterà di lavorare in ogni disciplina conosciuta e sconosciuta fino al giorno stesso della sua morte e oggi è considerato uno dei più grandi artisti della storia dell’arte.

    Fatti e Curiosità

    • Leonardo, come abbiamo già accennato, era un poliedrico, qualcuno il cui livello di genio comprendeva molti campi tra cui invenzione, pittura, scultura, architettura, scienza, musica, matematica, ingegneria, letteratura, anatomia, geologia, astronomia, botanica, scrittura, storia e cartografia. È noto per aver detto: “L’apprendimento non esaurisce mai la mente“.
    • Nonostante le sue esaurienti esplorazioni in molteplici aree di competenza, Leonardo è principalmente celebrato come pittore. Alcune delle sue opere sono state costantemente considerate con una fama universale e senza tempo come il suo enigmatico ritratto La Gioconda, la sua opera religiosa più riprodotta di tutti i tempi, L’Ultima Cena, e il suo L’uomo vitruviano, un primo disegno istruttivo di precisi spazi e simmetria anatomica.
    • Il contributo di Leonardo all’estetica e alle tecniche dell’arte dell’Alto Rinascimento ha evoluto gli antenati del primo Rinascimento come la prospettiva lineare, il chiaroscuro, il naturalismo e l’espressionismo emotivo. Eppure ha superato molti artisti precedenti attraverso la sua particolare meticolosa precisione e l’introduzione di nuovi metodi come la sua tecnica dello sfumato, un nuovo modo di sfumare gli smalti che ha portato a opere che apparivano così realistiche, era come se i suoi soggetti vivessero e respirassero dall’interno piano pittorico.
    • Lavorando a pieno regime con entrambi i lati sinistro e destro del cervello, la curiosità inestinguibile e l’immaginazione inventiva di Leonardo hanno prodotto molti contributi alla società che erano in anticipo sui tempi. Ha realizzato i primi disegni di un paracadute, l’elicottero e il carro armato militare. I suoi taccuini sono stimati quasi quanto le sue opere d’arte. All’interno, rappresentano il culmine del lavoro della sua vita e della sua mente geniale, contenenti disegni, diagrammi scientifici e le sue filosofie sulla pittura. Continuano ad essere studiati oggi da artisti, studiosi e scienziati di tutto il mondo.

    Opere significative

    Letture consigliate

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,989FansMi piace
    86FollowerSegui
    40FollowerSegui