sabato, 1 Ottobre 2022
More
    HomeLe biografieLavinia Fontana

    Lavinia Fontana

    1552-1614

    Lavinia Fontana apparteneva alla scuola manierista bolognese ed è considerata da molti la prima artista professionista, lavorando a molte prestigiose commissioni private per la nobiltà bolognese e romana, e per dignitari stranieri (tra cui il re di Spagna). 

    Dipingendo durante le sue undici gravidanze, ha prodotto ritratti su larga scala che si distinguono per la loro colorazione luminosa e per la sua attenzione ai fini dettagli decorativi di abbigliamento e gioielli. 

    Ha completato i suoi ritratti con numerosi dipinti religiosi, tra cui pale d’altare e piccole opere devozionali e scene mitologiche. In quello che fu un onore senza precedenti, la reputazione di Fontana fu confermata in vita sua quando fu ammessa nell’illustre corporazione dei pittori di Roma, l’Accademia di San Luca, la prima donna a ottenere un tale premio.

    Fatti e curiosità

    • Lavorando a Bologna e Roma, Lavinia Fontana è considerata la prima artista donna a farsi un nome lavorando nelle stesse condizioni commerciali dei suoi colleghi maschi. Fu, per i primi 20 anni della sua carriera, la ritrattista preferita delle nobildonne bolognesi e dei membri di spicco dell’Università di Bologna. Più tardi, preceduta dalla fama, Fontana giunse a Roma dove assunse l’incarico di ritrattista alla corte di papa Paolo V.
    • Nelle sue figure allungate e nella prospettiva esagerata, i primi dipinti di Fontana rivelano l’influenza del padre e tutore, il manierista, Prospero Fontana. Ma le sue opere si discostavano anche da quelle di suo padre, in particolare nel suo fine occhio per i dettagli e nella sua capacità di riprodurre su tela la complessità dei tessuti, dei tessuti e dei gioielli indossati dalle sue illustri modelle. Oggi i suoi dipinti sono apprezzati dagli storici della moda come autentici documenti della moda italiana dell’epoca.
    • Si pensa che Lavinia Fontana sia la prima artista donna a dipingere nudi, e molto probabilmente la prima artista donna a bypassare le rigide convenzioni sociali per le donne utilizzando modelli di nudo dal vivo. In quello che oggi è uno dei suoi dipinti più famosi, Minerva in atto di abbigliarsi (1614), la resa naturalistica della figura femminile nuda suggerisce fortemente che avesse studiato l’anatomia femminile nuda dal vero.
    • Sebbene nota principalmente come manierista, Fontana fu talvolta obbligata, in seguito all’atto della Controriforma della chiesa cattolica, a produrre brani devozionali che evitavano gli “eccessi” estetici del manierismo a favore della preferenza dell’Alto Rinascimento per l’equilibrio e la simmetria. Opere come Sacra Famiglia con i santi Margherita e Francesco (1578) dimostrano la padronanza di Fontana di queste tecniche (e, naturalmente, la sua capacità di adattamento).

    Opere significative

    Articolo precedenteMinerva in atto di abbigliarsi
    Articolo successivoDiana la Cacciatrice

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,989FansMi piace
    86FollowerSegui
    40FollowerSegui