martedì, 27 Settembre 2022
More

    Las Meninas

    1656

    Las Meninas, (in italiano: Le damigelle), è considerato uno dei capolavori più famosi di Velazquez, rappresentando la somma totale di una carriera di genio, intelligenza e maestria tecnica. 

    È anche lodato, 300 anni dopo, da artisti e spettatori come un esempio seminale dell’arte della pittura. Il pezzo complesso e misterioso ha incuriosito tutti coloro che l’hanno guardato ed è stato chiamato un riassunto dell’intera vita e carriera di Velazquez.

    Visivamente, è una scena sontuosamente raffigurata in cui l’Infanta Margarita di cinque anni, l’erede al trono di Spagna, è circondata dalle sue dame di compagnia e da altri assistenti. 

    È la figlia del re Filippo IV e della sua seconda moglie, Mariana d’Austria. Il dipinto stesso è grande (318×276 cm), e Velazquez è visto in piedi dietro una grande tela sul lato sinistro del suo spazioso studio nell’Alcazar reale di Madrid. Il muro di destra fortemente scorciato presenta tre file di opere d’arte, che aiutano a stabilire lo spazio. Più della metà dello spazio è scuro, scuro e vuoto intorno alle figure. 

    La coppia reale è mostrata come un riflesso in uno specchio sulla parete di fondo. Due nani di corte e un grosso cane indugiano nell’angolo in basso a destra. Dietro i nani, due donne, una suora e una signora’ Le guardie stanno conversando mentre il quartiermastro della regina è visto sulle scale sul retro davanti a una porta aperta illuminata dal sole.

    Diego Velázquez, Las meninas, 1656. Olio su tela, 3,18 x 2,76 m. Madrid, Museo del Prado.
    Diego Velázquez, Las meninas, 1656. Olio su tela, 3,18 x 2,76 m. Madrid, Museo del Prado.

    È stata raccontata la storia che i genitori reali erano stanchi di posare per Velazquez e mandarono a chiamare la principessa per divertirli. Il re Filippo IV era un artista dilettante e un buon amico di Velazquez e riconobbe in questo indaffarato incontro un momento speciale. Ciò ha portato a una rappresentazione rara e intima della famiglia reale spagnola, dei loro assistenti e di un autoritratto dell’artista. 

    L’inesorabile etichetta di corte è meno evidente in questa scena privata. In lei Il re Filippo IV era un artista dilettante e un buon amico di Velazquez e riconobbe in questo indaffarato incontro un momento speciale. Ciò ha portato a una rappresentazione rara e intima della famiglia reale spagnola, dei loro assistenti e di un autoritratto dell’artista. 

    Nelle sue Memorie, Madame de Motteville, che era presente sulla scena, scrive della giovane principessa: “Lei è servita con grande rispetto, pochi hanno accesso a lei ed è stato un favore speciale che ci è stato permesso di indugiare nella sua camera.

    Tecnicamente, Las Meninas è una testimonianza della genialità di Velazquez con la composizione. È stato un maestro nell’uso della prospettiva a un punto e del chiaroscuro per controllare lo spazio della stanza dal soffitto alto in questo dipinto. 

    Ha utilizzato il posizionamento strategico dei suoi soggetti per creare più piani visivi e diagonali, che attirano l’attenzione su varie aree della stanza in modo equilibrato. Siamo portati, infatti, non solo a testimoniare l’attività nella stanza, ma anche a riflettere su ciò che è al di fuori delle cornici di ciò che possiamo vedere. 

    Ciò si ottiene attraverso gli occhi della principessa e degli altri mentre scrutano lo spettatore come se stessero per essere catturati in una fotografia; attraverso il riconoscimento della regina e del re visti solo di riflesso, e nella porta aperta in fondo alla stanza che mostra la luce del mondo esterno.

    L’importanza dell’arte di Velazquez è evidente nel grande rispetto che gli hanno concesso i suoi contemporanei e pittori più moderni. Picasso dipinse molte versioni di Las Meninas nel suo stile cubista d’avanguardia, ma mantenne la forma generale, la naturalezza e il posizionamento delle figure di Velazquez. Salvador Dalí ha creato Velazquez dipingendo l’Infanta Margarita con le luci e le ombre della sua stessa gloria usando la combinazione di colori di Velazquez come tributo all’artista più anziano ma anche per presentare le sue nuove teorie sull’arte e sul pensiero. John Singer Sargent dipinse una copia in scala ridotta di Las Meninas nel 1879 e in seguito utilizzò una composizione simile nel suo Le figlie di Edward Darly Boit .

    Las Meninas è anche considerato autobiografico, un’affermazione di Velazquez dei suoi anni maturi, consolidandosi negli annali dei grandi artisti, prendendo il suo posto accanto al suo grande idolo Rubens, il cui lavoro è accennato sulle alte pareti, sul retro dello studio. 

    Questo lavoro è, concettualmente, argomento sulle virtù della pittura, del ruolo di un artista nel trovare i gioielli di un momento intimo ed esprimerli visivamente per il mondo intero.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,941FansMi piace
    76FollowerSegui
    38FollowerSegui