mercoledì, 28 Settembre 2022
More

    La nascita di Venere

    1485

    La Nascita di Venere è un dipinto a tempera su tela di lino (172,5 cm × 278,50 cm) di Sandro Botticelli. Realizzata per la villa medicea di Castello, l’opera è attualmente conservata nella Galleria degli Uffizi a Firenze.

    Questo dipinto è una delle opere d’arte più amate al mondo. Sebbene Botticelli abbia perso fama dopo la sua morte, la sua reputazione è stata ripresa alla fine del XIX secolo e da allora La nascita di Venere è diventata famosa a livello internazionale. 

    Il dipinto raffigura la dea dell’amore, Venere, che naviga verso la riva dal mare su una conchiglia gigante. Viene portata a terra da Zefiro, il dio del vento dell’ovest, mentre una attendente attende con un mantello. Come la Primavera, leggermente precedente, La nascita di Venere è innovativo per aver presentato una scena non religiosa della mitologia classica su una scala così ampia. 

    1485 - Sandro Botticelli - La nascita di Venere - Tempera su tela - Galleria degli Uffizi - Firenze
    1485 – Sandro Botticelli – La nascita di Venere – Tempera su tela – Galleria degli Uffizi – Firenze

    Inoltre, l’inclusione di un nudo femminile così prominente a grandezza quasi naturale era praticamente senza precedenti nella pittura occidentale. L’opera interpreta un ovvio omaggio all’arte classica, emulando lo stile “Venus Pudica” di una figura femminile nuda che tenta, ma non riuscendoci, di preservare la sua modestia con le mani e in questo caso i suoi lunghi capelli carichi di erotismo.

    Il riferimento di Botticelli alla scultura classica nella posa di Venere è evidente, mentre sta nel contrapposto posizione con il suo peso su un piede, che era favorita dall’arte greco-romana ed emulata dai primi artisti del Rinascimento italiano. 

    Curiosamente, la posizione è così esagerata che è anatomicamente impossibile e la figura si trova in modo improbabile sul bordo del guscio galleggiante. In questo modo, Botticelli si rifà anche alla tradizione gotica che ha preceduto il Rinascimento, dove l’accento è stato posto sul simbolismo e lo status piuttosto che sulla rappresentazione realistica. 

    È interessante, quindi, che l’opera più famosa di Botticelli sia arrivata a rappresentare l’arte rinascimentale italiana nell’immaginario popolare, anche se evita molti dei principi chiave del movimento successivo a favore della bellezza estetica e di un’idea complessiva.

    Articolo precedenteLa nascita di Venere
    Articolo successivoLa nascita di Venere

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,941FansMi piace
    76FollowerSegui
    38FollowerSegui