lunedì, 26 Settembre 2022
More

    La grande Odalisca

    1814

    All’interno della lunga tradizione del nudo femminile, la versione di Ingres dimostra sia la sua formazione accademica che la sua propensione alla sperimentazione. In effetti, la rappresentazione del nudo idealizzato risale alle rappresentazioni classiche di Afrodite nell’antica Grecia. 

    La donna distesa era stata un motivo popolare fin dal Rinascimento; La Venere di Urbino di Tiziano fu certamente un esempio importante per Ingres. Qui, Ingres continua questa tradizione disegnando la figura in una serie di linee sinuose che enfatizzano le morbide curve del suo corpo, nonché collocando la donna in uno spazio sontuoso, adornato con tessuti lucenti e gioielli intricati. 

    Sebbene renda il corpo con la superficie scultorea e le linee pulite associate al neoclassicismo, la pittura di Ingres ha anche infranto le aspettative dell’illusionismo pittorico distorcendo il corpo oltre il plausibile. Ingres ha portato all’estremo la direttiva di David di idealizzare la forma umana, tanto che è stato ammonito dalla critica quando ha esposto questo dipinto al Salon del 1819.

    La donna avrebbe bisogno di due o tre vertebre in più per raggiungere una posa così drammatica e contorta. Così anche le gambe della figura sembrano sproporzionate, la sinistra probabilmente allungata e disarticolata all’anca. Il risultato è paradossale: è allo stesso tempo straordinariamente bella e sorprendentemente strana.

    Per motivi di correttezza, le rappresentazioni rispettabili del nudo femminile erano sempre state rimosse dalla quotidianità etichettandole come Venere, Diana, Suzannah o qualche simile narrativa mitologica o religiosa che giustificasse la loro nudità. 

    Allontanando ulteriormente Ingres dalle sue radici neoclassiche, La Grande Odalisca crea nell’ambientazione quella necessaria differenza, non facendo riferimento al passato antico, ma attraverso l’orientalismo. 

    Durante l’impero di Napoleone, la Francia consolidò i suoi possedimenti coloniali, iniziando un fascino altamente politicizzato e problematico per “l’altro”. L’odalisca di Ingres, termine che si riferisce a una concubina in un harem, è addobbata con gli ornamenti di quello che allora era considerato “l’Oriente”, ovvero la Turchia e il Vicino Oriente. 

    Il suo ventaglio di piume di pavone e il turbante ingioiellato, così come la delicata pipa del narghilè all’estrema destra, sono segni di esotismo che consentono la sua nudità senza offendere lo spettatore (questo dipinto è stato commissionato da Caroline Murat, regina di Napoli e sorella dell’imperatore Napoleone ). Per fare un confronto, quando Édouard Manet dipinse la sua Olympia del 1863 come una moderna donna nuda francese che guardava direttamente lo spettatore, era considerato un oltraggio immorale.

    La capacità di Ingres di fondere elementi di linearità neoclassica e sensualità romantica, resistendo a una facile categorizzazione, fornì un modello per le future avanguardie. Questo particolare dipinto è diventato anche un punto di riferimento per discussioni sullo sguardo maschile e sul soggetto femminile, spesso appropriato dagli artisti del XX° secolo come mezzo di critica storico-istituzionale dell’arte. 

    Le Guerrilla Girls, un gruppo di artiste anonime, hanno trasposto una testa di gorilla sul corpo dell’Odalisque per il loro poster Do Women Have To Be Naked to Get into the Met Museum? (1989), esponendo il sessismo e la cancellazione delle donne nel mondo dell’arte contemporanea dichiarando: “Meno del 5% degli artisti nelle sezioni di arte moderna sono donne, ma l’85% dei nudi sono donne“. Il gruppo ha ricreato il pezzo nel 2011 con una serie di statistiche altrettanto schiaccianti, usando ancora una volta il nudo di Ingres a titolo illustrativo.

    Articolo precedenteJean-Auguste-Dominique Ingres
    Articolo successivoJoaquin Sorolla

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,910FansMi piace
    74FollowerSegui
    39FollowerSegui