mercoledì, 28 Settembre 2022
More
    HomeOpereSarah GoodridgeLa bellezza rivelata

    La bellezza rivelata

    Un meraviglioso autoritratto di soli 8x6,7 cm

    La bellezza rivelata (Beauty Revealed) è un acquerello su avorio realizzato nel 1828 da Sarah Goodridge. È un autoritratto raffigurante il seno della Goodridge, fu donato al politico Daniel Webster. Dal 2006 è esposto al Metropolitan Museum of Art di New York.

    La miniaturista Sarah Goodridge realizza uno squisito autoritratto del suo seno in un formato minuscolo di 8 cm. Una pittura intima, un segreto che sorprende per qualità, coraggio e visione del futuro.

    Goodridge aveva appena compiuto quarant’anni e aveva deciso di fare qualcosa di poco signorile a quei tempi: dipingere un quadro dei suoi seni nudi per il suo amante Daniel Webster, un politico poco serio (nessuna novità anche ai giorni nostri…) che non ha fatto altro nella sua vita che candidarsi. qualche volta alla Casa Bianca ed essere il museo di questa straordinaria artista. Alla fine, l’idiota l’avrebbe lasciata per sposare una donna più ricca e mettere su una famiglia di cartapesta.

    1828 - Sarah Goodridge - Beauty Revealed - The Metropolitan Museum of Art
    1828 – Sarah Goodridge – Beauty Revealed – The Metropolitan Museum of Art

    Ma prima di questo, Goodridge ha realizzato questo lavoro con entusiasmo, forse più che per Webster recentemente vedovo, come risposta agli “occhi in miniatura” allora popolari come segni di affetto. Con questi ritratti oculari, gli ipocriti innamorati durante il XIX° secolo potevano portare l’immagine dei loro amori segreti senza la necessità di rivelare l’identità di coloro che ritraevano.

    E come mostrare più affetto che con gli occhi? Come renderlo ancora più segreto? Bene, così, proprio come vedete nell’immagine. La cattiva Goodridge ha creato arte concettuale, arte femminista e ARTE con lettere maiuscole in questa meraviglia che finì per essere intitolata Beauty Revealed.

    Il dipinto rappresenta -secondo qualche critico dell’epoca- qualcosa che evoca un “brivido di possibilità erotiche”. Suggestiva bellezza e delicatezza, senza dubbio. E i due seni mostrano ulteriormente la grande abilità tecnica di Goodridge, che si guadagnava abbastanza da vivere con i suoi ritratti in miniatura. E lo ha fatto in un momento in cui una donna non era proprio ben vista se lavorava, tanto meno come artista.

    Goodridge ha sfidato gli stereotipi sulla donna pudica del XIX° secolo e ha vinto, non importa quanto il suo lavoro fosse oscurato dalla storia dell’arte ufficiale. Una donna coraggiosa che non ha mai “pescato un marito”, né ha voluto. Voleva solo dipingere e, se ne aveva voglia, mostrare il suo seno, tanot era bello.

    Articolo precedenteSarah Goodridge
    Articolo successivoGluck

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,941FansMi piace
    76FollowerSegui
    38FollowerSegui