mercoledì, 28 Settembre 2022
More
    HomeLe biografieHenri Matisse

    Henri Matisse

    1869-1954

    Henri Matisse è ampiamente considerato come il più grande pittore del 20° secolo e come rivale di Pablo Picasso per l’importanza delle sue innovazioni. 

    Emerse come post-impressionista e per la prima volta ottenne importanza come leader del movimento francese Fauvismo. Sebbene interessato al cubismo, lo rifiutò e cercò invece di utilizzare il colore come base per dipinti espressivi, decorativi e spesso monumentali. 

    Come ha scritto una volta in modo controverso, ha cercato di creare un’arte che sarebbe “un’influenza calmante sulla mente, come una buona poltrona“. 

    La natura morta e il nudo rimasero soggetti preferiti per tutta la sua carriera; Anche il Nord Africa è stato un’importante fonte di ispirazione e, verso la fine della sua vita, ha dato un importante contributo al collage con una serie di opere che utilizzano forme di colore ritagliate. È anche molto apprezzato come scultore.

    Fatti e curiosità

    • Matisse ha utilizzato colori puri e il bianco delle tele a vista per creare un’atmosfera piena di luce nei suoi dipinti Fauve. Invece di utilizzare la modellazione o l’ombreggiatura per conferire volume e struttura alle sue immagini, Matisse ha utilizzato aree contrastanti di colore puro e non modulato. Queste idee hanno continuato ad essere importanti per lui per tutta la sua carriera.
    • La sua arte è stata importante nel sostenere il valore della decorazione nell’arte moderna. Tuttavia, sebbene sia comunemente considerato un pittore dedito al piacere e alla contentezza, il suo uso del colore e dei motivi è spesso deliberatamente disorientante e inquietante.
    • Matisse è stato fortemente influenzato dall’arte di altre culture. Dopo aver visto diverse mostre di arte asiatica e aver viaggiato in Nord Africa, ha incorporato alcune delle qualità decorative dell’arte islamica, l’angolarità della scultura africana e la piattezza delle stampe giapponesi nel suo stile.
    • Matisse una volta dichiarò di volere che la sua arte fosse “dell’equilibrio, della purezza e della serenità priva di argomenti preoccupanti o deprimenti“, e questa aspirazione ebbe un’influenza importante su alcuni, come Clement Greenberg, che guardava all’arte come rifugio dal disorientamento del mondo moderno.
    • La figura umana è stata centrale nel lavoro di Matisse sia nella scultura che nella pittura. La sua importanza per il suo lavoro fauvista riflette la sua sensazione che l’argomento fosse stato trascurato nell’impressionismo e continuasse ad essere importante per lui. A volte frammentava aspramente la figura, altre volte la trattava quasi come un elemento curvilineo e decorativo. Alcuni dei suoi lavori riflettono lo stato d’animo e la personalità dei suoi modelli, ma più spesso li usava semplicemente come veicoli dei propri sentimenti, riducendoli a cifre nei suoi progetti monumentali.

    Opere significative

    Articolo precedenteOggetti familiari
    Articolo successivoMatisse – Lusso, calma e voluttà

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,941FansMi piace
    76FollowerSegui
    38FollowerSegui