sabato, 1 Ottobre 2022
More
    HomeLe biografieFrancois Boucher

    Francois Boucher

    1703-1770
    François Boucher era il maestro dello stile galante, tipico del rococò francese. I suoi temi mitologici , i suoi dipinti pastorali e i suoi nudi mostrano quell'epoca di splendore e decadenza in Francia, che si traduce in un'arte libertina ed edonistica, il cui unico obiettivo è sfruttare i sensi.

    Mentre Parigi vacillava sull’orlo della rivoluzione, il re Luigi XV e la sua amante, Madame de Pompadour, sostenevano con entusiasmo le visioni di Francois Boucher di un mondo idealistico. 

    La sua celebrazione della grazia nobile e dell’eleganza, insieme alle sue esplorazioni civettuole ed erotizzate della bellezza, decoravano gli spazi raffinati della vita aristocratica. 

    Allo stesso tempo, i suoi ritratti sensuali hanno catturato l’emergere della filosofia illuminista e dei Saloni aristocratici che hanno nutrito questi pensatori. 

    Il lavoro di Boucher è un esempio seminale di uno stile rococò più complesso, pieno di contraddizioni che combinano tradizione e bellezza con innovazione.

    Fatti e Curiosità

    • I tenui pastelli, le belle superfici e i corpi sensuali dei dipinti di Francois Boucher erano molto apprezzati dall’aristocrazia francese. Anche i suoi ritratti su commissione erano comunemente idealizzati, spesso trasformati in trattamenti allegorici o in eroi ed eroine mitologiche. Il suo lavoro era all’apice della moda durante gli anni calanti dell’Ancien Regime e il regno di Luigi XV e Luigi XVI.
    • Quando gli aristocratici ottennero l’indipendenza dalla monarchia, in seguito alla morte dell’assolutista Luigi XIV, crearono un nuovo mercato per la pittura rococò. Libero dai pesanti temi teologici e storici dettati dallo stile barocco autoritario che aveva dominato la generazione precedente ed era stato limitato dalle aspettative della chiesa e dello stato, Francois Boucher era libero di esplorare temi stravaganti, intimi, esotici e pastorali.
    • Laddove lo stile barocco intendeva impressionare lo spettatore con grandiosità e dramma, il rococò era molto più intimo e giocoso, ed era qui che Boucher trionfò. Il rococò ha sostituito le linee classiche e la severità del design barocco con immagini asimmetriche e organiche che spesso attingevano da un concetto idealizzato di natura.
    • Man mano che i critici dell’Illuminismo come Denis Diderot guadagnavano influenza e poiché gli eccessi della società di corte attiravano un maggiore controllo, Boucher rappresentava la degenerazione dell’aristocrazia. In quanto artista rococò per eccellenza, il lavoro di Boucher fu presto respinto in quanto superficiale e decorativo; allo stesso modo è stato respinto nei resoconti storici come una moda frivola e di breve durata. Il virtuosismo della sua tecnica e la sua attenzione al godimento visivo preservarono l’eredità di Francois Boucher tra gli artisti, ma lo resero sospetto per storici e teorici; solo negli ultimi decenni gli studiosi hanno riconsiderato queste etichette peggiorative per recuperare idee più sfumate – e persino principi illuministi nella sua opera.

    Opere significative

    Articolo precedenteL’odalisca
    Articolo successivoIl trionfo di Venere

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,989FansMi piace
    86FollowerSegui
    40FollowerSegui