sabato, 1 Ottobre 2022
More
    HomeOpereMichelangeloDavid di Michelangelo

    David di Michelangelo

    Forse l'opera scultorea più popolare nella storia dell'arte. 1504

    Gli scalpellini chiamarono il blocco di marmo di Carrara che sarebbe finito per essere il David “Il Gigante”. Era alto più di 5 metri e diversi scultori avevano cercato di ricavarne qualcosa senza successo. Agostino di Duccio ha addirittura lasciato un terribile buco nel blocco, lasciando il pezzo praticamente inutilizzabile.

    Ma nel 1501 Michelangelo decide di darsi da fare (ricordiamo che aveva 26 anni). Passò molto tempo a guardare quel pezzo d marmo che si trovava nel cortile del Dipartimento dei lavori della cattedrale, divorato dalle erbacce. Girando intorno per mesi. L’artista stava già scolpendo.

    Ho visto un angelo nel marmo e l’ho scolpito fino a liberarlo.

    Michelangelo

    Michelangelo parlava già nei suoi scritti dell’intimo rapporto che instaurò con il marmo di cava, e definì il suo lavoro semplicemente come l’atto di liberare o far emergere la forma che già in questo esisteva.

    David (Particolare)
    David (Particolare)

    Michelangelo ha trascorso quattro anni a scolpire l’opera. Poche settimane dopo l’inizio, lo scultore chiese che fossero eretti quattro muri attorno all’isolato, in modo da proteggerlo dagli sguardi. E, naturalmente, l’aspettativa si fece alta.

    Poco si sa su come sia nata la scultura. Michelangelo era un ragazzo che apprezzava la segretezza sul lavoro. Non gli piaceva essere osservato al lavoro, forse perché spettatori e critici lo rendevano nervoso, o forse perché voleva mantenere segreto il suo metodo di intaglio.

    Il fatto è che quando il pezzo è stato finalmente mostrato, i muri sono stati abbattuti come in un grande spettacolo e la gente è rimasta sbalordita.

    David (Particolare.)
    David (Particolare.)

    Tutti finalmente potuto vedere il David; una scultura colossale che superava i 5 metri e somigliava di più a Golia.

    Quella che in origine era una scultura religiosa assunse subito connotazioni politiche. I Medici erano stati espulsi da Firenze e la città era diventata una repubblica, quindi il David era visto come un simbolo di libertà, un’opera d’arte che ricordava ai governanti di proteggere Firenze dalle ingiustizie, come aveva fatto re David.

    Ovviamente non sono mancate le critiche. Soprattutto per la nudità del giovane, ma quelli erano altri tempi. 500 anni fa esisteva una certa libertà artistica che permetteva anche il nudo nell’arte religiosa (guarda l’altro grande esempio di Michelangelo, la Cappella Sistina). Dubitiamo seriamente che una chiesa costruita oggi permetterebbe tanta carne nuda.

    Michelangelo non volle vestire il suo David perché per lui la nudità simboleggiava l’uomo in armonia con la natura.

    Vediamo così una nudità esplicita, senza foglie di vite o pixelata. David mostra il suo “piccolo pene” perché la proporzione del corpo ne aveva bisogno in quel modo. Inoltre, quella dimensione era l’ideale dell’armonia e simboleggiava la virtù, la superiorità spirituale, la bellezza dell’eroe.

    In questo senso, colpisce che Davide, re dei Giudei, non sia circonciso. Molti dicono che questa sia la prova della visione che l’arte rinascimentale aveva dell’essere umano, meno legato alla religione e più ai valori della bellezza .

    David (particolare - del piccolo pene -)
    David (particolare – del piccolo pene -)

    Ma in generale, tutti erano estasiati da una tale opera. Vasari dice che “chiunque abbia visto il David non ha bisogno di vedere nient’altro, da nessun altro scultore vivo o morto”.

    Da allora il David di Michelangelo è stato l’ideale della bellezza maschile. Un uomo muscoloso, teso e pronto al combattimento. Il suo corpo è girato con un leggero contrapposto, la testa guarda alla sua sinistra (verso Roma), gli occhi fissi sul bersaglio, accigliato.

    David (particolare volto e fionda)
    David (particolare volto e fionda)

    È incredibile che con uno scalpello Michelangelo abbia raggiunto una tale delicatezza. Non realizzò nemmeno precedenti modelli in gesso a grandezza naturale, come normalmente facevano altri artisti dell’epoca. Dal punto di vista scultoreo, Il David era un’opera creata per essere vista da diversi punti di vista, a differenza del modo medievale, che disegnava le sculture in modo che fossero viste esclusivamente frontalmente.

    Il dettaglio nei muscoli, nelle vene, nelle unghie risalta… Ha solo bisogno di parlare.

    È un passo avanti rispetto alla sua opera precedente, il Mosè, di un tale realismo che la leggenda narra che, dopo averlo terminato, l’artista urtò il ginocchio destro della statua e disse “perché non mi parli?”, sentendosi che l’unica cosa che restava da estrarre dal marmo era la vita stessa.

    David (Particolare)
    David (Particolare)
    SourceHA
    Articolo precedenteLa Pietà di Michelangelo
    Articolo successivoIl disinganno

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertising

    POST PIù LETTI

    SCELTI PER VOI

    SIAMO SOCIAL

    1,989FansMi piace
    86FollowerSegui
    40FollowerSegui