Concerto è un dipinto a tempera all’uovo, realizzato nel 1924 ed è attualmente inserito nella collezione de la Direzione Generale RAI, Torino (Italia)

Dopo la prima guerra mondiale, alcuni artisti italiani decisero di calmarsi un po’, lasciare tanta avanguardia e sperimentare e tornare all’ordine, qualcosa che può suonare conservativo, ma poi è stata una bella innovazione.

Questo, inoltre, non significa che l’arte sia diventata meno enigmatica… anzi: artisti come Giorgio de Chirico, Giorgio Morandi, Cagnaccio di San Pietro o quello di cui abbiamo a che fare, Casorati iniziò a realizzare un dipinto in cui, formalmente parlando c’è un ordine, un equilibrio, una calma, ma quelle atmosfere, quei silenzi, quelle luci, quegli scenari sono così incongrui che la sensazione di rarefazione è inevitabile. È come sognare ad occhi aperti.

1924 - Felice Casorati - Concerto - Direzione Generale RAI , Torino (Italia)
1924 – Felice Casorati – Concerto – Direzione Generale RAI , Torino (Italia)

Sono opere tra sonno e veglia, tra studio e memoria, tra presente e passato. Prevale il figurativo, ma è una figurazione insolita e misteriosa, che guarda con sguardo nostalgico alla gloriosa tradizione artistica italiana . Dal Quattrocento si passa al Novecento.

Ritorna anche ai generi classici: il ritratto, l’allegoria, il paesaggio, il nudo… Ora il corpo umano non è più frammentato o deformato come ai tempi delle avanguardie. Il corpo è ancora una volta la misura del mondo e acquista una sfumatura quasi mistica, ancora una volta tra l’antico e il moderno.

Anche natura morta. Gli oggetti acquistano, dal realismo, uno splendore magico, poetico, quasi spirituale.

Questo dipinto, ad esempio: una serie di donne nude che danno un concerto, con le anatomie volumetriche tipiche di Casorati. L’autore non rinuncia a mostrare oggetti e tessuti ai suoi piedi, per dimostrare che in realtà siamo, in ordine. Anche se la scena non potrebbe essere più onirica. È come un sogno o una visione mistica. Come se quelle donne nude fossero angeli che danno un concerto.